Attività del Centro Studi

Home / Attività del Centro Studi

Attività svolta negli anni 2013 ~ 2015

Il primo evento organizzato dal neo costituito Centro Studi, nonché prova generale iniziale per i successivi avvenimenti da programmare ed organizzare, si è tenuto a Rovigo, sabato 16 novembre 2013, presso la Sala Flumina del Museo dei Grandi Fiumi, con il seguente titolo: “Le Guerre di Libia: l’avventura italo – turca (1911 – 1912)”, il convegno ha ripercorso le fasi e gli eventi della Guerra Italo-Turca del 1911 – 1912.

Ben 14 relatori hanno evidenziato come quella guerra sia stata la prova generale per l’Italia di saggiare la preparazione dell’Esercito alla vigilia di una ipotetica entrata in un conflitto, cosa che poi avvenne il 24 maggio 1915.
Anche in quella occasione è emerso, dagli studi e dalle relazioni esposte, quanto il contributo polesano alla Guerra di Libia sia stato di notevole importanza.

Nel 2014 presso la sala convegni di Villa Badoer, a Fratta Polesine, si è tenuto il secondo Convegno di Storia Militare dal titolo “Sarajevo 1914: pace infranta, Europa in fiamme”; durante il Convegno sono stati evidenziati i vari movimenti socio-politici, presenti in Polesine nel 1914 con particolare riguardo all’interventismo ed al neutralismo, ai rapporti con la Triplice Alleanza e la concezione della Triplice Intesa.

Il 14 novembre 2015, nell’auditorium del Liceo Scientifico “P. Paleocapa” di Rovigo, si è tenuto il terzo Convegno dal titolo “1915. Il primo anno della Guerra infinita”, con sottotitolo “Il territorio di retrovia” – Ruolo di Rovigo e del Polesine nella “Grande Guerra”, completatosi il mattino del giorno successivo, domenica 15 novembre, presso la Sala degli Agostiniani del Comune di Polesella (RO).

Nei due congressi storici autorevoli conferenzieri si sono alternati nell’esposizione di interessantissime relazioni affrontando e divulgando argomenti usualmente poco conosciuti ai più ed oltre a studiosi provenienti da varie Università Italiane e dallo Stato Maggiore dell’Esercito e dell’Aeronautica Militare in Roma, hanno relazionato anche studiosi Regionali e Provinciali.